×

Minerario – Nuova Caledonia

Cannon Artes ha fornito un impianto per il trattamento effluenti prodotti dalla Koniambo SA, uno dei più grandi produttori di Nickel in New Caledonia. Il sito a pieno regime produce circa 60.000 tonn di nichel.

Grande attenzione è stata posta a tutti i problemi relativi all’acqua, per evitare il sovra sfruttamento delle acque dolci e qualsiasi contaminazione dell’ambiente marino, dove è presente un florido ecosistema.

L’impianto di trattamento acqua reflui  copre un area di circa 7500 m2 e tratta differenti correnti industriali prodotte  nel sito di Vavouto. Una portata di circa 150 mc/h di acqua depurata è disponibile per il riuso nell’abbattimento delle polveri e per altre applicazioni come acqua di reintegro nella separazione ferro-nickel e come acqua di servizio all’interno dello stesso impianto di depurazione. L’acqua in eccesso viene invece scaricata nell’ambiente marino.

Le acque prodotte nel sito sono ricche di solidi sospesi e di metalli pesanti quali ferro, zinco, alluminio, nickel, manganese e cromo che è il più ostico da rimuovere.

Cannon Artes ha studiato un processo specifico per la rimozione dei solidi oltre che per la riduzione del cromo esavalente. Per ridurne la concentrazione, le acque da depurare sono prima raccolte in una vasca di equalizzazione e poi pompate verso le sezioni di coagulazione e flocculazione con cloruro ferrico, soda caustica e un  polimero flocculante. La soda caustica permette la precipitazione dei metalli pesanti come idrati e bilancia anche il ph della soluzione. L’aggiunta invece di cloruro ferrico permette la crescita dei fiocchi e la loro aggregazione nei bacini.

Nel secondo step, la flocculazione, i fiocchi si ingrandiscono con l’ausilio del polimero. L’effluente, prima dello scarico, subisce un processo di filtrazione su sabbia. L’impianto è costruito ponendo particolare attenzione al trattamento fanghi e la disidratazione, visto che il cliente riesce a recuperare i metalli usando una particolare tecnologia.

La soluzione della Cannon Artes è stata molto apprezzata dal Cliente. Grazie al consolidato approccio da parte della Società di Ingegneria, sono state proposte alcune modifiche alle specifiche di gara per ottimizzare il consumo dei chimici, per la scelta di un processo efficiente di riduzione del cromo e per garantire delle performance elevate.