Azienda leader a livello globale nella produzione di conserve di pomodoro con sede nel Regno Unito, ha avviato un progetto per il riutilizzo delle acque reflue provenienti dall’impianto biologico a fanghi attivi esistente per l’alimentazione delle caldaie. Durante la fase di lavorazione (a carattere stagionale) la portata delle acque reflue è di circa 3000 m3/h e le caldaie necessitano di   un make up di circa 90 m3/h.
Il vecchio impianto di trattamento a servizio delle caldaia utilizzava acqua proveniente dall’acquedotto municipale caratterizzata da un elevato livello di durezza e con costi di approvvigionamento importanti
L’elevata attenzione a tutti i problemi ambientali, uniti alla possibilità di poter ottimizzare i costi per la produzione del vapore hanno portato il cliente ad affrontare questa nuova sfida. Cannon Artes ed il cliente erano fermamente convinti che la riduzione dell’opex e la protezione dell’ambiente potessero andare “di pari passo”.

L’acqua proveniente dall’impianto di trattamento delle acque reflue contiene sostanze inquinanti organiche e solidi totali disciolti.

Cannon Artes ha progettato un impianto  ad osmosi inversa dotato di membrane a basso sporcamento in grado di produrre un permeato conforme alla qualità richiesta per l’alimentazione della caldaia e, nonostante tutte le criticità legate alle caratteristiche  dell’acqua di alimento, raggiunge anche un elevato recupero (75%).
L’osmosi inversa è realizzata su due linee, ciascuna progettata per metà portata. L’impianto è anche completamente automatizzato con un PLC dedicato.

Cannon Artes pone sempre l’attenzione su tutte le necessità del cliente; in questo caso, ha mostrato una elevata reattità che le ha consentito di garantire la consegna e la messa in servizio dell’impianto in “tempi brevi”. Ciò è stato possibile grazie al perfetto coordinamento di tutte le risorse interne: ingegneria, acquisto, montaggio, produzione e assistenza post-vendita.

La profonda e consolidata esperienza dei processi a membrana e dei processi biologici ha permesso allo staff tecnico di Cannon Artes di realizzare un impianto performante per un’applicazione molto critica.